La nostra storia

Aperto nel 1827, il Ristorante Paoli divenne molto noto agli inizi del ‘900, ponendosi subito come un punto di riferimento nel panorama culinario fiorentino. 

 

Nel 1909 fu interamente ristrutturato in stile neo-gotico, dando vita così alla struttura che ritroviamo ancora oggi. 

 

Nel 1916 Carlo Coppedé dipinse le lunette locate al suo interno ispirandosi al Decameron; nel 1919 fu la volta di Galileo Chini, che affrescò la celebre “Saletta delle rose”. Da segnalare anche le ceramiche Cantagalli: quest' ultime riportano gli stemmi dei comuni toscani di allora.

 

Storico luogo di incontro di intellettuali (Leoncavallo, Puccini, Marinetti, Pirandello), il Ristorante Paoli conserva il gusto e le emozioni della tradizione della cucina toscana.

P.I. 03439780481 

© 2019  - sito realizzato da Diana Communication.